Nord Batterie-Riva del Garda-Monte Brione

Sul Monte Brione sono presenti ben quattro opere costruite a partire dagli anni ’80 dell’Ottocento fino ai primi del Novecento. La Batteria Nord, detta anche Forte S. Alessandro, venne realizzata tra il 1880 ed il 1881, nel pieno del cosiddetto “stile trentino”. Le caratteristiche principali di questo stile, riscontrabili anche nella Batteria Nord sono la costruzione interamente in pietra, l’utilizzo dei consueti cannoni da 12 cm M61 in postazioni a cielo aperto (qui in sei esemplari), le dimensioni relativamente limitate per contenere costi di costruzione e dimensioni del presidio. Tra i sistemi di offesa più curiosa venne ripreso anche uno strumento che provocava frane controllate di sassi e detriti sugli attaccanti. Il compito di questa postazione era quello di proteggere la Piazzaforte di Riva dalle incursioni e dagli aggiramenti che potevano provenire da Arco e dalla valle del Sarca. Pur non essendo particolarmente innovativo sotto il profilo tecnologico, la sua posizione a strapiombo sulla piana di Torbole lo rendeva particolarmente suggestivo e utile ai fini militari. In effetti negli anni successivi venne fatto oggetto di continui miglioramenti, come la costruzione della Caserma Cretti nelle immediate vicinanze, una robusta polveriera collegata con una trincea alla sottostante Batteria di Mezzo. Nel 1911 venne inoltre installata una modernissima stazione radiotelegrafica per il collegamento tra il comando di Riva e quello di Trento. Su tutto il Brione vennero montati negli stessi anni una serie di potenti riflettori per illuminare tutta la piana di Riva, Arco, Torbole ed il Lago e alcuni di essi vennero proprio collocati in prossimità della Batteria Nord.

Leave a Reply