Werk Tenna – Terrazza

Questa terrazza, seppur adottata anche da altri forti appartenenti alla prima fase dello stile Vogl, è un altro tratto originale di Werk Tenna. Il restauro conservativo ha portato alla luce il suo andamento originario, ivi compreso lo spalto rialzato che la circonda. Contrariamente a quanto si può pensare e a quanto scritto in passato, la sua forma concava e lo scolo centrale non servivano ad alimentare direttamente la cisterna dell’acqua potabile, riempita al contrario mediante canali di drenaggio presenti nel fossato. Le acque raccolte, come si evince dallo stesso Rapportsplan, venivano disperse nella porzione est del fossato, e quindi solo indirettamente e dopo esser state filtrate e decantate giungevano nella cisterna, una soluzione adottata anche in alcune opere appartenenti allo stile trentino. Il perimetro della terrazza era utilizzato per la ronda della guardia addetta alla sorveglianza del fossato. Sul lato nord, alle vostre spalle sono presenti due evidenti rigonfiamenti nel terrapieno su cui dovevano essere posizionate le garitte di guardia.

Terrazza forte Tenna

Sulla sinistra si vede il terrapieno con lo slargo per la garitta della guardia del tetto.

Quello che vedete qua a fianco era un insolito rifugio di emergenza realizzato con un impiego misto di pietre metamorfiche per le pareti e calcestruzzo compresso (di scarsa fattura) per l’architrave.

Leave a Reply